Nato nel 1938 in provincia di Milano, Vittorio Magni inizia a lavorare presso la G. Agusta S.p.A. nel 1956, operando nei settori trasmissioni, motori, cellule oltre che in linea di volo e "Sperimentale". Nel 1963 diviene specialista alla divisione elicotteri della Montecatini, maturando esperienze nel campo dei trattamenti agricoli e della disinfestazione aerea con l'utilizzo di elicotteri. Il 1964 lo vede costituire, in società con un pilota proveniente dalla stessa azienda, la Elitaliana, specializzata nel lavoro aereo e molto attiva nel settore dei trattamenti agricoli.

Nel 1967, Vittorio Magni acquista, negli Stati Uniti, i piani di costruzione dell'autogiro Bensen. Sarà il primo autogiro volante in Italia. Da quel momento, sviluppa e realizza una lunga serie di prototipi mono e biposto, sempre più perfezionati.

Nel 1968 viene interpellato, per la sua esperienza, dalla Silvercraft S.p.A. nuova azienda aeronautica in procinto di realizzare l'elicottero leggero "SH4". Presso la Silvercraft ricopre l'incarico di capo della linea di volo e consegue il brevetto di pilota elicotterista. Nel 1986 costituisce la VPM S.n.c. con un reparto specializzato nella lavorazione dei compositi, per produrre particolari destinati a soddisfare la sempre crescente richiesta di varie aziende aeronautiche (Agusta S.p.A., Aerea S.p.A., ecc.)

Il primo importante successo commerciale giunge nel 1987, quando la VPM stipula un contratto con la spagnola Cenemesa alla quale conferisce la licenza di costruzione di due autogiri: l'MT-5 monoposto e l'MT-7 biposto, entrambi motorizzati Arrow. Nel 1996 la VPM diventa MAGNI GYRO. La nuova politica aziendale, sempre più rivolta al perfezionamento dei modelli ormai collaudati ed alla progettazione di nuovi prototipi, racchiude tutte le premesse per un ottimo sviluppo.

 

"INNOVARE, PER ESSERE SEMPRE INNOVATIVI"

AUTOGIRO DA RECORD

Nel 2016, Magni Gyro ha prodotto il millesimo autogiro, un M16 Tandem Trainer. E' un traguardo che l'azienda ha celebrato con grande orgoglio e soddisfazione. E' una tappa raggiunta ma già superata con slancio, in volo verso i prossimi obiettivi.